“Dipingendo Qua e Là” Concorso di Pittura Estemporanea Edizione 2018

Cari amici, l’elenco degli sponsor e dei relativi premi-acquisto sta prendendo forma!

Inoltre, segnaliamo ai pittori partecipanti che, come specificato nel nuovo regolamento, avrete la facoltà di esporre alcune vostre opere nella postazione “en plein air”, durante lo svolgimento del concorso.

Lo staff del concorso “Dipingendo Qua e Là” metterà a vostra disposizione alcune strutture in piazza, reti, catene e ganci, per allestire il vostro piccolo spazio espositivo all’aperto.

Non mancate e a presto per la lista premi completa!

 

Banner Sito 2018

 

 

DQL_2018 JUNIORES

Emilio Carnevale espone a IdeAttiva durante il periodo natalizio 2017

 

 

IdeAttiva ospita la mostra Le Luci Negate del fotografo Emilio Carnevale, esposizione che ben si sposa al periodo natalizio per suggerire una riflessione in più.

La luce, lo scintillio delle decorazioni, le luminarie delle nostre città, non sono che un retaggio di un’ancestrale tradizione e di culti pagani che precedono il Cristianesimo. Le origini vanno cercate in ciò che è “principio” della vita sulla terra e che, dal principio, è stato oggetto di culto e di venerazione: il sole. Il sincretismo cristiano ha adottato il Dies Natali Solis Invicti come genetliaco di Gesù e anche la simbologia della luce, che ancora oggi celebriamo, deriva dal rituale di accendere fuochi per dar maggior energia al sole che, nei giorni del solstizio (solstitium=sole fermo), appare fermo nel cielo, per poi cambiare il suo moto nel senso della declinazione e, subito dopo, la luce del giorno comincia gradatamente ad aumentare.

Le luci accese nelle nostre case e nelle nostre città sono la continuazione di questi rituali e accompagnano il Natale cristiano, ma anche il Natale “pagano” del consumismo. Questo è il punto di partenza dell’indagine e della sperimentazione di Emilio Carnevale che, con l’arte della luce (la fotografia) ci restituisce le luci come negazione delle stesse, attraverso un’operazione di rielaborazione del negativo, che vive comunque della luce che lo impressiona.

Un interessante percorso che IdeAttiva ospita, accogliendo l’autore e il pubblico per l’inaugurazione di mercoledì 20 dicembre alle 20:45, e con altri momenti di approfondimento nel corso del periodo espositivo.

G.G.

LOCANDINA_1

A dicembre una Mostra Fotografica a IdeAttiva

Domenica 18 Dicembre si inaugura la Mostra Fotografica: “Modena attraverso le Piccole Piazze” a cura del circolo Ghirlandina Photography di Modena. Apertura dal 18 Dicembre al 5 Gennaio.

Per la tradizionale Mostra di Natale, quest’anno IdeAttiva ospita gli amici del Circolo Fotografico Ghirlandina Photography di Modena. Nato nel 1981 da un gruppo di amici appassionati fotografi, nel corso degli anni il circolo ha organizzato corsi di fotografia, mostre, eventi e cicli di serate dedicate alla presentazione di fotografi professionisti e videoamatori.  Il Circolo ha sempre privilegiato il rapporto col territorio del Comune di Modena, a conferma della finalità sociale che si è voluta mantenere per sviluppare aggregazione e comune sentire tra i soci e gli appassionati.

Come testimoniato dagli amici del Circolo: << La mostra “Modena attraverso le Piccole Piazze” nasce come ricerca di una lettura diversa delle piccole piazze della nostra città>>.

Portando “Modena attraverso le Piccole Piazze” a IdeAttiva, portiamo alcune piccole piazze della grande Modena nella nostra piccola, ma grande, piazza di Massa Finalese.

 

massafinalese

Massimo Riccò in mostra a IdeAttiva durante la Sagra dell’Anatra 2016

Ad Agosto IdeAttiva ospita la Mostra Personale di Massimo Riccò
In occasione della Sagra dell’Anatra 2016, IdeAttiva inaugura venerdì 12 Agosto la mostra personale di Massimo Riccò, vincitore del Premio della Critica del Concorso di Pittura “Dipingendo qua e là” di Massa Finalese, edizioneVOLANTINO RICCO-01 2015.
Massimo Riccò, nato nel 1961 a Modena, dove attualmente vive e lavora, si avvicina al mondo della pittura nel 1997. Inizia a frequentare la bottega del maestro Romolo Fontana, pittore modenese di pluriennale esperienza, del quale diventa allievo ed amico. Apprende il “mestiere” dal maestro e rapidamente si impadronisce dei mezzi artistici che gli permettono di esprimere la sua arte. Nasce così un importante rapporto artistico che si consolida nel corso degli anni e che costituisce tuttora una preziosa opportunità di confronto e crescita. Da oltre 15 anni, partecipa a concorsi e manifestazioni artistiche, conseguendo premi e riconoscimenti.

“Adwa racconta Adwa”: l’Etiopia di Carolina Paltrinieri in mostra a IdeAttiva

VOLANTINO PALTRINIERI CARTOLINA-02

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 20 dicembre 2015 al 17 gennaio 2016

Dal Magi ’900 a IdeAttiva: esposizione di scatti degli studenti etiopi del corso di fotografia di Carolina Paltrinieri

Dopo il successo riscontrato al Magi ‘900 (dal 17 ottobre al 12 novembre), IdeAttiva raccoglie il testimone e Domenica 20 dicembre 2015 inaugura la mostra fotografica dal titolo “Adwa racconta Adwa”.

Verrà esposta una raccolta di foto scattate dagli studenti della missione salesiana Kidane Mehret di Adwa (Etiopia) e dalla fotografa Carolina Paltrinieri nell’ambito del corso di fotografia da lei promosso in loco all’inizio del 2015.

L’idea del corso è stata accolta dai ragazzi con grande entusiasmo e curiosità. L’insegnante – già vincitrice di due premi Nikon per reportage da Adwa – racconta: “Alla prima lezione ho detto «La macchina fotografica è come una penna, voi potete scrivere, potete raccontare la vostra realtà al mondo, potete chiedere aiuto o far sorridere”. Loro hanno capito e si sono entusiasmati»”.

Di qui l’originalità della mostra: poter vedere l’Etiopia attraverso gli occhi di chi vi è nato, studia, abita, progetta un futuro. Le immagini sono corredate di didascalie e testi degli alunni, attraverso cui si può capire per esempio il valore attribuito ad una mucca o ad un frutto sull’albero, all’acqua o alle montagne che sovrastano la città.

Oltre al punto di vista degli studenti di Adwa, l’esposizione è arricchita da alcuni articoli scritti da Leandro Barsotti, il caporedattore de Il Mattino di Padova, durante il suo viaggio in Missione. Le sue descrizioni degli odori, dei colori, dei suoni etiopi sono intense e realistiche quanto le foto.

In un momento storico di crisi umanitarie ed esodi di massa, è importante far conoscere e promuovere realtà come la missione salesiana di Adwa fondata da suor Laura Girotto, dove il sostegno a distanza e l’investimento su educazione, formazione professionale e promozione della donna sono le uniche garanzie per offrire a bambini e giovani un futuro sostenibile nel proprio Paese.

Per questo, da più di dieci anni, l’Associazione Amici di Adwa di Cento raccoglie fondi a favore della Missione ed ha partecipato alla costruzione di scuole di ogni ordine e grado, in cui i “fotografi in erba” si stanno formando.